Resilienza in controtendenza

Scardinare i limiti… utilizzare un metodo di lavoro/di vivere, che va oltre il teatro e che per questo *è* teatro, che è proprio ed inconsueto, per addestrarsi alla percezione e alla bellezza.

Un gioco molto serio che è volto alla controtendenza e che per questo si scontra con tanti limiti, consci ed inconsci, interiori e della realtà in cui si è immersi.

Un esporsi, ascoltandosi e ascoltando l’altro, all’allenamento alla resilienza. Come combattenti disertori. Come equilibristi acrobati. Come esseri ancora umani.

 

Helen, Esther Nevola

Il disertore - Boris Vian (vers. Ivano Fossati)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...